La Fattoria

 

La Fattoria - Regolamento e curiosità

Il regolamento - Il meccanismo del gioco è rimasto invariato rispetto alla prima edizione. Secondo il collaudato format della Endemol, i 12 contadini-vip devono rinunciare a tutti i loro privilegi per tornare ad un salutare 'ritorno all'essenziale' abbandonando la loro esistenza metropolitana per scoprire la vita di campagna fatta di duro lavoro e ben pochi comfort.

La prima settimana - con un pizzico di sadismo la produzione manda i 12 a passare i primi sette giorni nell'agio di un lussuoso albergo a cinque stelle sul lungomare di Copacabana. Poi, il trasferimento nella fazenda ad Itaipava, una città a 100 chilometri da Rio De Janeiro, una località calda del Brasile isolata dal resto del mondo da ettari di terreno coltivati e da pascolo.


La fazenda - E' una costruzione essenziale con ben poche comodita': non ha acqua corrente ed il bagno è esterno all'abitazione. Le piantagioni sono organizzate in modo da richiedere diverse fasi di coltura: aratura, semina, raccolto. I campi da pascolo accolgono gli animali ospiti della Fattoria: cavalli, buoi, mucche, pecore, maiali, galline, oche, zebù. La Fattoria si trova in Brasile, più precisamente a Itaipava, città a circa 100 chilometri da Rio De Janeiro dove il clima è caldo-umido e la temperatura è intorno ai 30 gradi centigradi e la notte si attesta sui 18 gradi. E’ una vera e propria fazenda, isolata dal resto del mondo da ettari di terreno coltivati e da pascolo. Una costruzione essenziale con ben poche comodità dove la lontananza è prima di tutto psicologica.
La fazenda ha un'estensione di 15 ettari. Per preparare il terreno sono state impiegate 12 ruspe. Il terreno è disseminato di banani, se ne contano 300. Ci sono 20 palme e altri 50 alberi. Oltre ai concorrenti ci sono 150 persone occupate all'esterno della fattoria con varie attività.
Per allestire il set del programma hanno lavorato 60 persone, impegnate per più di sei settimane. I concorrenti saranno ripresi da 30 telecamere e 45 sono i tecnici impegnati. Il confessionale, il luogo deputato allo sfogo dei concorrenti, misura 12 metri quadrati.


Il gioco - Nei tre mesi di durata del gioco i contadini dovranno prendersi cura ed impegnarsi in tutte le fasi occorrenti sia per la terra che per gli animali. I contadini potranno avvalersi del consiglio, della esperienza e della supervisione del Capataz, vero contadino del posto che vive in una villa dichiarata monumento nazionale.


Fattore e Servitore - Il Fattore rispetto all'edizione precedente, ha un ruolo di maggior comando e soprattutto non deve sporcarsi le mani con qualsiasi lavoro manuale. Il suo compito è quello di organizzare il lavoro e di controllarne i risultati. Per fare questo si avvale di un Servitore da lui scelto fra i concorrenti di sesso opposto. Per i contadini, sveglia alle 6,30 e via in campagna a sudare. Nomination e televoto nel consueto meccanismo reality game fino all'elezione del principe della fazenda.