Eva Henger



AUTOBIOGRAFIA DI EVA HENGER:

Sono nata a Gyor, una piccola cittadina ungherese non lontana dal confine austriaco. Mio padre era insegnante di musica al conservatorio e da lui ho ereditato la passione per la musica, in particolare per il pianoforte, che ho imparato a suonare molto giovane.
Mia madre era una ballerina di danza classica ed è grazie a lei che ho imparato a ballare. Giovanissima sono stata eletta Miss Ungheria e grazie a questo riconoscimentio ho iniziato a sfilare come modella sulle passerelle di tutta europa; in Italia per Chiara Boni e Fendi. Ho ottenuto anche grande successo in Sudamerica dove ho realizzato diversi servizi fotografici per numerose riviste.

A 18 anni ho incontrato Riccardo Schicchi, che sarebbe diventato poco dopo mio marito. Insieme (e grazie) a lui, mente e creatore di Divafutura, raggiungerò le vette della scena erotico-pornografica internazionale. Inizio ad avere successo come ballerina spogliarellista organizzando numerosissimi spettacoli erotici in tutta Italia.

A Fontana di Trevi a ROMA fine 1994, contro la chiusura dei locali nutturni in vista del Giubileo decido di manifestare nuda in piazza per la libertà di pensiero e di espressione.
In seguito alla nostra protesta io e Riccardo Schicchi veniamo fermati e denunciati dalla polizia.
L´arresto non viene confermato.

Dopo essermi esibita sui palchi dei locali e dei club di tutto il mondo approdo alla cinematografia hard recitando come protagonista in non moltissimi film, ma sempre ad un livello qualitativo molto alto, soprattutto per la direzione artistica del grande regista Joe D´Amato.

Partecipo in veste di ospite in numerosi varietà televisivi (Maurizio Costanzo Show, Libero...) dove (dicono) vengo apprezzata per il mio garbo e la mia malizia. Anche giornali e magazines non erotici cominciano a chiamarmi per servizi fotografici artistici ed eleganti.
La lista delle copertine che ho realizzato è veramente numerosa per questo vi rimando in un apposita parte del sito che ho in preparazione.

Quando sono libera da impegni televisivi adoro cucinare, cercando di trovare una difficile unione tra la cucina italiana e la tradizione culinaria ungherese. Adoro il cibo Italiano, in particolar modo il formaggio e il tartufo bianco d´Alba. Adoro gli animali di tutte le razze e specie soprattutto gli orsi. Ho una cagnolina di nome Rebecca e una sterminata collezione di orsi di peluche di tutte le forme e materiali.
HO DUE FIGLI: Riccardino Gianni Emil Beltime Schicchi nato nel 1994 e Mercedesz, nata nel 1992.